giovedì 27 giugno 2013

Il Pellicano No Profit

Scrivo questo post per indignazione nei confronti di coloro che millantano raccolte fondi per bambini malati di AIDS e che, in realtà, non aiutano proprio nessuno.

Torino, capolinea Lingotto della Metropolitana.
Prendi la scala mobile per salire in superficie e vieni abbordato da 4 o 5 sedicenti volontari con tesserino al collo e blocchetto di ricevute alla mano che, come fossero esattori impuniti, cercano in ogni modo di spillarti soldi a favore delle loro fantomatiche iniziative umanitarie.
Alla richiesta di ulteriori informazioni balbettano quattro parole: aids, bambini, Africa, donazione.
Pensano che un blocchetto di ricevute possa renderli trasparenti, puliti, autentici.
Il blocchetto di ricevute è, però, senza timbro.
Poi, qualcuno mi spieghi se un'Associazione no profit debba rilasciare ricevute. Non lo so ma a me sembra che non sia questo il modus.
Da quando le Associazioni No Profit mandano veri e propri promoter con l'atteggiamento di squali a raccogliere fondi? Nessun banchetto, nessun opuscolo informativo al di là di quelli privi di contenuti che tengono saldi tra le mani e che non rilasciano nemmeno su richiesta esplicita.
Cerca cerca, su internet sono innumerevoli le segnalazioni di truffa in tutta Italia.
E questi sono ancora a piede libero? Gli basta spostarsi di città in città?
Due mie colleghe ci sono cascate e son rimaste di stucco quando ho spiegato loro la verità dei fatti.
"Ma avevano il blocchetto delle ricevute".
Trovo vergognoso che questi individui dormano ancora sonni tranquilli quando dovrebbero essere arrestati.
L'AIDS non è uno scherzo.
E, in Africa i bambini muoiono davvero.
Perché non cambiare nome da pellicano ad avvoltoio?

Schifo.

Ps. segnalati a Carabinieri e Polizia personalmente, dopo qualche giorno ricompaiono. Ma io non mi arrendo. 

1 commento:

  1. Vero schifo, concordo. La tentazione è quella di prenderli a calci in culo in serie da quindici... Ciao!

    RispondiElimina

Funny Things to Ponder

Bob Marley Quotes